Master's degree in International Economics (category 64/S) (until 2008-2009)

Course not running

Agroindustrial Product Commodity Studies (2005/2006)

Course code
4S00480
Credits
5
Coordinator
Giovanni Goldoni

Teaching is organised as follows:
Unit Credits Academic sector Period Academic staff
LEZIONE 1 3 SECS-P/13-COMMODITY SCIENCES 2° Sem Lez Giovanni Goldoni
LEZIONE 2 2 SECS-P/13-COMMODITY SCIENCES 2° Sem Lez Giorgio Savio

Learning outcomes

Il corso di Merceologia dei prodotti agroalimentari si propone di trattare e discutere le profonde modificazioni che la progressiva diffusione della cultura della qualità sta imponendo a livello normativo, produttivo, organizzativo, gestionale, con specifico riferimento al settore alimentare. Il corso si struttura in due moduli.
Il primo modulo comprende la presentazione dei principali snodi produttivi e gestionali nel comparto agroalimentare.

Nel secondo modulo del corso sono proposte le metodologie per il controllo della qualità nella filiera alimentare, i principi che informano il sistema di autocontrollo nelle aziende alimentari, le opportunità che possono derivare dalla certificazione di conformità dei prodotti alimentari.

Syllabus

Modulo I – Caratteristiche merceologiche e tecnologiche del comparto agroalimentare
1 Relazione tra evoluzione della disponibilità e dei fabbisogni alimentari e tipologie innovative: (a) rese e qualità del prodotto; (b) tecnologie e tecniche di lavorazione, trasformazione e conservazione.
2 Principali processi e trattamenti nel comparto agro-industriale: finalità prevalenti (ad esempio: pulitura per igienicità e lavorabilità dei materiali grezzi; separazione, per valorizzazione e lavorabilità dei semi-lavorati; stabilizzazione e confezionamento, per conservazione degli alimenti), breve descrizione e criticità più importanti (controllo degli standard produttivi e garanzia degli standard igienici).
3 Dalle coltivazioni ai by-products: le filiere zootecnica, ortofrutticola e cerealicola..
4 Problematiche della gestione dei cicli di produzione nell’agro-industria: (-) stagionalità delle produzioni e deperibilità dei prodotti; (-) tempi di produzione, qualità del prodotto e logistica; (-) condizioni per la meccanizzazione e l’automazione dei processi: ripetitività delle operazioni e standardizzazione dell’input

Modulo II - Il sistema qualità nelle aziende alimentari.
5 Qualità e tipicità dei prodotti alimentari. I regolamenti sui metodi di produzione biologica, sulle attestazioni di specificità, sulla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazione di origine.
6 Le direttive di tipo orizzontale per il sistema alimentare e il loro recepimento a livello nazionale. L'etichettatura dei prodotti alimentari preconfezionati. Gli additivi alimentari. La tutela della qualità igienica degli alimenti. La valutazione dei rischi igienici e la procedura HACCP. La metodologia HACCP e la sua integrazione con le norme della serie ISO 9000.
7 L'attuazione del Sistema Qualità. I piani per la qualità e il manuale della qualità. L'iter certificativo volontario nelle aziende alimentari.
8 Qualità e conformità dei prodotti alimentari. La certificazione di conformità dei prodotti alimentari.
9 Il concetto di "customer satisfaction". Il "Quality Function Deployment" quale strumento metodologico per la definizione della qualità di prodotto/sistema. Qualità e ecocompatibilità: leve di marketing e cultura di impresa.

LIBRI DI TESTO:
Durante il corso saranno distribuite dispense a cura dei Docenti. Essendo una parte del corso svolta su temi sperimentali si consiglia la frequenza. Sono consigliati per approfondimenti i seguenti libri di testo:
AA.VV., Normazione, certificazione, qualità. Le regole, le strutture, DINTEC, Roma. 1997.
FILIPPINI R. et al., ISO 9000 e Qualità Totale, Etas Libri, 1998.
MATTANA G., Qualità. Affidabilità. Certificazione, F. Angeli, Milano, 1997
PERI C., Qualità: concetti e metodi, F. Angeli, Milano, 1994.
PERI C. - LAVELLI V. - MARJANI A., Qualità nelle aziende e nelle filiere agroalimentari. Gestione e certificazione dei sistemi per la qualità, per la rintracciabilità e per l’igiene, HOEPLI, Milano, 2004.
MULTON J.L., La qualità dei prodotti alimentari, Tecniche Nuove, Milano, 1987.
CESTAAT, Il sistema qualità in agricoltura, Roma, 1992.
LEPORE G. - D. FLORIO D., Agroalimentare: la certificazione del sistema qualità, Adda, Bari, 1995.
ACCADEMIA DEI GEORGOFILI, Qualità e certificazione dei sistemi e dei prodotti agro-alimentari, Firenze, 1996.
SANTOPRETE G., La situazione alimentare alle soglie del terzo millennio, Edizioni ETS, 1995.
CORRERA C., Controllo ed autocontrollo degli alimenti, Maggioli Ed., 1995.
TIECCO G., Igiene e tecnologia alimentare. Ed agricole, 1997.
TONI F. - NANNI R., Il metodo HACCP e l'autocontrollo sull'igiene degli alimenti, Maggioli Ed., 1998.
SGS (a cura di), Guida alla progettazione e applicazione del sistema HACCP, Nuovo Studio Tecna, 1998.
VALLETRISCO M., DE CLEMENTE I. M., Nuovi prodotti e sicurezza nel settore alimentare, Giappichelli, 2000.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE LEZIONI
Le lezioni saranno, come consuetudine, svolte frontalmente dai docenti. Docente del Modulo I sarà il prof. Giovanni Goldoni. Docente del Modulo II sarà il prof. Giorgio Savio.

Assessment methods and criteria

L’esame si svolgerà in forma orale con possibilità, a scelta dello studente, di sostenere una prova di accertamento scritta



© 2002 - 2020  Verona University
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234