Laurea in Economia e Commercio (Verona)

Corso a esaurimento (attivi gli anni successivi al primo)

Matematica finanziaria

Codice insegnamento
4S00393
Docente
Roberto Renò
Coordinatore
Roberto Renò
crediti
9
Settore disciplinare
SECS-S/06 - METODI MATEMATICI DELL'ECONOMIA E DELLE SCIENZE ATTUARIALI E FINANZIARIE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
primo semestre (lauree) dal 28-set-2020 al 23-dic-2020.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

L’insegnamento mira a fornire la conoscenza degli strumenti quantitativi di base e dei classici modelli matematici per l’analisi e la valutazione delle principali operazioni finanziarie, dei contratti di finanziamento, dei progetti di investimento economico-finanziari, delle obbligazioni e della struttura per scadenza dei tassi di interesse, del rischio di tasso di interesse e dei criteri di selezione del portafoglio. Al termine delle lezioni, lo studente dovrà essere in grado di impostare un problema di valutazione finanziaria in termini formalmente ed economicamente corretti, ed essere in grado di ottenere la soluzione e interpretarla. Pertanto, l’insegnamento si propone di sviluppare la capacità di autonomo ragionamento nell’analisi e nell’interpretazione di concreti problemi di scelta in ambito economico-finanziario.

Programma

1. Attività finanziarie in condizioni di certezza
1.1. I principali regimi finanziari.
1.2. Teoria generale delle leggi finanziarie.
1.3. Tassi di interesse e inflazione.
1.4. Rendite, ammortamenti, e altre operazioni finanziarie composte.
1.5. Criteri per la valutazione di attività finanziarie certe.

2. Modelli per il Mercato obbligazionario
2.1. Mercati perfetti. Il principio di assenza di arbitraggi.
2.2. Struttura per scadenza dei tassi d'interesse
2.3. Valutazione dei titoli obbligazionari a pronti e a termine.
2.4. Il rischio di tasso di interesse: duration, immunizzazione finanziaria, ALM
2.5. Contratti indicizzati a tassi di interesse

3. Modelli per il Mercato azionario
3.1. Attività finanziarie aleatorie. Rendimento e rischio.
3.2. L'investimento in due titoli rischiosi.
3.3. Modelli di selezione di portafoglio.
3.4. Modelli di valutazione delle azioni.

Libro di testo suggerito:
G. Castellani, M. De Felice, F. Moriconi, Manuale di Finanza. I. Tassi d’interesse. Mutui e obbligazioni, Società editrice il Mulino, Bologna 2005.

I materiali forniti a lezione, insieme a dispense integrative di approfondimento, sono disponibili sulla sito web collegato al corso e sulla piattaforma e-learning del corso.

Il corso si compone di 72 ore di lezioni ed esercitazioni. Sono previste anche 20 ore di tutorato per le esercitazioni.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Castellani, De Felice, Moriconi Manuale di Finanza I. (Edizione 1) Il Mulino 2005 978-88-15-10702-2

Modalità d'esame

** Indicazioni generali

La prova di esame tende ad accertare l'approfondimento dei temi svolti nel corso, in particolare la capacità di effettuare operazioni con gli strumenti forniti dal corso e la capacità di valutazione critica dei concetti teorici.

Le modalità di accertamento dell’apprendimento consistono in una prova scritta e di una prova orale.

La prova scritta (durata: 2h) valuta la capacità di:
– risolvere esercizi di matematica finanziaria;
– illustrare i passi essenziali del procedimento in maniera chiara;
– rispondere a domande, sia teoriche che pratiche, in forma breve e precisa;
– nella prova scritta, viene valutato più il procedimento del risultato.
• La prova scritta è superata se si raggiunge una votazione di almeno 15/30;
• il risultato della prova scritta viene pubblicato con il punteggio assegnato a ciascun
esercizio;
• alla prova scritta è consentito l’uso di un formulario preparato dal docente; l’utilizzo di
ogni altra forma di materiale è espressamente vietata;
• alla prova scritta è consentito (e necessario) l’uso di una calcolatrice scientifica; l’utilizzo
ogni altro strumento elettronico è espressamente vietato.

La prova orale è:
– obbligatoria, se allo scritto il voto è compreso tra 15 e 19
– facoltativa se il voto allo scritto è superiore o uguale a 20
• La prova orale è immediatamente successiva allo scritto, compatibilmente con la disponibilità di aule e il calendario accademico.
• Non è possibile svolgere la prova orale in un appello diverso da quello scritto.
• Argomenti richiesti alla prova orale:
– Discussione della prova scritta
– Esercizi
– Definizioni dei concetti fondamentali, loro significato finanziario ed esempi di applicazione
– Enunciazione dei principali risultati e loro dimostrazione

Durante le prove è concesso l’uso di un formulario fornito dal docente e di una calcolatrice. Non è possibile consultare altro materiale né utilizzare materiale informatico (pc, tablet, smartphone), pena l'annullamento della prova d'esame.

** Disposizioni in caso di emergenza sanitaria

Qualora perdurasse l'emergenza sanitaria legata alla pandemia di Covid-19, il docente si riserva di modificare le modalità d'esame sopra descritte al fine di garantire sia la possibilità di un esame a distanza, che la sostanziale equivalenza tra l'esame a distanza e quello in presenza.

** Disposizioni per la sessione invernale 2020/21

Nella sessione indicata, l'esame sarà unicamente orale, via zoom.
Per l'esame, lo studente dovrà dotarsi di una telecamera (quella di un laptop va benissimo) e di un'inquadratura abbastanza ampia da permettere di vedere le mani e riconoscere il volto.



© 2002 - 2021  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234